Stéphane Braud, francese nato a Libourne nel 1955, iniziò la sua carriera artistica con gli acquerelli delle case creole sull’isola della Reunion e di Mauritius, dove trascorse gran parte della sua giovinezza. Successivamente ha intrapreso la formidabile avventura della pittura subacquea, attraverso la quale ci farà scoprire i fondali dell’Oceano Indiano e altri incredibili siti che vanno dai Caraibi attraverso le Isole Vergini britanniche fino al Belize. Il suo percorso artistico, influenzato da quello della sua vita personale, continua a trasportarci nell’esotismo questa volta dal Marocco, dove si è stabilito dal 2010 al 2016 e questo attraverso un dipinto delle porte del Marocco, forte in pigmenti, ma anche, durante brevi passaggi a Venezia dove gli piace passeggiare fuori dai sentieri battuti, quelli della magnifica “Regina dell’Adriatico” come la chiamano gli italiani. È così che è stato coinvolto nel gioco della “Commedia dell’arte” e ha preparato il suo progetto di installazione in Italia, dove da 3 anni produce la sua collezione di “baratolli a pigmenti”, un nuovo concetto derivante da tutte le sue esperienze lavorative sulla materia e con la materia e costituendo un meraviglioso matrimonio tra pigmenti puri e metallo, i suoi supporti non essando più semplici tele ma supporti in metallo con i quali ha saputo giocare per ottenere vasi che sembrano veramente oggetti reali, senza tempo che non sperimentano obsolescenza pianificata. È così che possiamo ammirare, una miriade di colori esposti in composizioni di opere originali di dimensioni identiche (35×35 cm) che formano un unico pannello a parete personalizzabile all’infinito. Il potere dell’opera, riflesso della società umana nella sua diversità, viene così aumentato di dieci volte, tramite la rappresentazione, attraverso ogni barattolo in movimento, dell’essere umano nella sua singolarità.

  • 2019

    Galeria Art Symbol, Paris                                                                                                                                     Galeria Montmartre, Paris                                                                                                                                     Galerie Bel Air Fine Art, Venezia – Forte dei Marmi – St Tropez – Cannes – Aix en Provence

  • 2017

    Art Symbol Gallery, Paris
    Atelier Borabeau, Deinze, Belgique

  • 2013-2016

    Art Symbol Gallery, Paris

  • 2012

    Galerie de Naples, Naples, Flodire
    Galerie Lawrence et Arnott, Marrakech
    Galerie Tempera, Marrakech

  • 2011

    Galerie Sainte Catherine, Honfleur
    Galerie Dar Bacha, Marrakech

  • 2005-2010

    Galerie Sainte Catherine, Honfleur
    Galerie Temps des Arts, Megève
    Galerie Privilège, Biarritz, Toulouse
    Galerie du Vieux Saint-Paul, Saint-Paul de Vence
    Galerie Natasha, Knokke le Zout
    Galerie des Lices, Saint-tropez
    Galerie DML, Monaco
    Galerie Privilège, Biarritz, Sanary
    Novembre, Biennale Classic X, Courtrai, Belgique

  • 2004

    Parlement européen de Strasbourg
    Galerie Privilège, Biarritz
    Galerie Chabanian, Courchevel
    Galerie DML, Monaco
    Galerie Natasha, Knokke le Zout, Belgique
    Linéart, Bruxelle

  • 2018

    Galeria Art Symbol, Paris

    Galeria L’Oeil du Prince, Biarritz

  • 2003

    Galerie Bel Air Fine Art, Genève
    Galerie Privilège, Biarritz
    Galerie Chabanian, Annecy
    Galerie Brin de Mer, Honfleur
    Galerie Braind, Royan
    Galerie DML, Monaco

     

  • 2002

    Exposition collective Nassau, Bahamas
    Galerie Océane, Saint Denis, Île de la Réunion
    Galerie Brin de Mer, Honfleur
    Galerie Lahaina, Maui, Hawai, USA

     

  • 2001

    Art Expo News-York
    Galerie Lahaina, Maui, Hawai, USA
    Galerie Océane, Saint Denis, Île de la Réunion

  • 2000

    Art Expo Miami, USA
    Galerie à Saint-Augustin, USA
    Galerie Wyland, Orlando, USA